venerdì 16 maggio 2008

mai regalo di natale così profetico

sono passati più di 5 mesi dall'ultima volta... il tempo corre, quando non puoi fermarti ad assaporarlo.
non posso dire che sia trascorso invano, non si dovrebbe mai poter dire. ogni esperienza, anche se negativa, porta qualcosa di buono, un bagaglio di informazioni che per quanto ricche non appesantiscono, anzi... forgiano i muscoli per uno o più balzi in avanti.
l'importante, forse, è che questi balzi non siano una fuga... non siano obbligati. ma decisi, pianificati, scelti.

5 mesi fa vivevo un girotondo brillo di corto respiro, pensando solo a vivere quello che c'era senza progetti, ne aspettative.

non facevo progetti per il breve futuro, né pianificavo quello più lontano.

mi sarei fatto grasse risate se mi fosse stato chiesto perché non andavo a convivere. avrei riso, forse imbarazzato, perché quella è la reazione che ci si aspetta da un 25enne italiano.
sarebbe stata probabilmente una provocazione, ma nessuno l'ha fatta.
nessuno italiano almeno, che io mi ricordi. la convivenza è una possibilità nei rapporti interpersonali che non sfiora i miei coetanei, perché viene immaginata come un sogno, o come un incubo. insomma, appartiene alla sfera onirica, nulla di effettivamente reale e possibile.

credo sia possibile, ma non posso e non voglio cantare vittoria prima di essere partito, anzi, dovrò cominciare ad usare il plurale...

adesso una soffitta, in cui per decenni i ricordi vecchi, ormai obsoleti, sono stati accatastati più o meno con metodicità, nell'illusione che fossero importanti... è quasi pronta ad immagazzinarne di nuovi, freschi, ottimisti.
non solo immagazzinarli, ma viverli di nuovo.
è stata presa a picconate, sventrata con martelli pneumatici, colpita a volte con calma metodicità, altre volte con la rabbia della stanchezza e dell'impazienza.
è stata sventrata, svuotata, rimessa a nuovo, lucidata.

è pronta ad accoglierci, ad essere testimone paziente di colazioni, nottate, atti d'amroe e di odio, gioe e dolori... tutto ciò che caratterizza la vita e che la rende così dura eppure così difficile da abbandonare.

ho anticipato un pò i tempi... sarà pronta, abbastanza presto...

4 commenti:

letizia ha detto...

Cuginetto, ma con chi vai a convivere??
Ma guarda un pò...che sorprese alle volte!!
Dammi news...

letizia ha detto...

Sopratutto, ma che cosa ti hanno regalato a Natale???

Sara ha detto...

Ricordo perfettamente il regalo di Natale e la voglia di qualcosa di "costruttivo"..troppe volte avevi sulla bocca quella parola, qualcosa voleva dire....e infatti il tuo post me lo conferma.
Così come ho avuto la conferma che quello che ti dicevo sulla tua presunta confusione,su quel traffico interiore sarebbe diventato più chiaro,libero.
Sono FELICE per te (voi) Davide...
E adesso sai per davvero che le mie sensazioni non sbagliano mai!!!
:-)

Un abbraccio

Davide De Luca ha detto...

mh... quante domande!!!

Leti, te la presenterò presto... e ti racconteremo meglio.. vediamo di incontrarci presto piuttosto!
E tieniti libera per una cena tra pochi intimi in una data da fissarsi, probabilmente a Luglio (meglio informare in anticipo...) :P

Sara! Ma allora hai capito che si parlava anche di te... ;-)
Incredibile sto regalo di Natale... vedi che non dimentico!

Magari un giorno non troppo lontano chiariremo anche altre cose, o forse non ce ne sarà bisogno.
Perché si chiariranno da sole? O perché non sempre è necessario chiarire?

Un abbraccio a te